La Dichiarazione dei diritti in Internet, siamo tutti chiamati a partecipare

Diritti internet

 

A partire dal 13 ottobre 2014 è online la bozza della Dichiarazione dei diritti in Internet, con l’obiettivo di promuovere un dibattito intorno a quelli che dovrebbero essere i principi base per una regolamentazione della rete.

Due sono le novità più importanti, la prima è che tutti i cittadini sono chiamati a partecipare alla costruzione di questo documento, la seconda è che per la prima volta in Italia viene costituita una Commissione di studio sui diritti e doveri di internet, che porterà la Dichiarazione in Europa, dove verrà discussa.

Ci sono 3 mesi di tempo, la consultazione verrà chiusa il 27 febbraio 2015, per proporre modifiche o aggiunte ai 14 punti stilati dalla Commissione istituita presso la Camera dei deputati. Collegandosi al sito CIVIClinks è possibile visionare gli articoli redatti e partecipare alla discussione.

Di seguito i 14 punti della Dichiarazione dei diritti in internet in breve:

1. Riconoscimento e garanzia dei diritti

I diritti fondamentali di ogni persona sono garantiti in internet.

2. Diritto di accesso

Superamento del digital divide in favore di un eguale diritto di accedere a internet in condizioni di parità.

3. Neutralità della rete

I dati trasmessi su internet non subiranno discrimanazioni dovute alla persona che li diffonde e al messaggio.

4. Tutela dei dati personali

I dati personali possono essere trattati solo con il consenso informato della persona interessata.

5. Diritto all’autodeterminazione informativa

Ogni persona può chiedere di accedere ai propri dati indipendentemente da dove essi siano conservati.

6.Inviolabilità dei sistemi e domicili informatici

È vietato l’accesso ai dati della persona che si trovino su dispositivi personali.

7.Trattamenti automatizzati

Nessun provvedimento giudiziario o amministrativo può fondarsi unicamente su un trattamento automatizzato dei dati personali.

8. Diritto all’identità

Ogni persona ha diritto di fornire solo i dati strettamente necessari per l’accesso alle piattaforme che operano in internet.

9. Anonimato

Ogni persona può comunicare elettronicamente in forma anonima, salvo casi in cui leda il diritto di altre persone.

10. Diritto all’oblio

Ogni persona ha il diritto di far rimuovere dagli indici dei motori di ricerca dati ritenuti non più rilevanti.

11. Diritti e garanzie delle persone sulle piattaforme

Ogni persona ha il diritto di essere informata sul funzionamento della piattaforma ed essere informata di eventuali modifiche contrattuali.

12. Sicurezza in rete

Garantire la sicurezza in rete ad ogni persona che dev’essere tutelata da abusi dovuti a comportamenti negativi in rete.

13. Diritto all’educazione

Ogni persona ha diritto di acquisire le conoscenze necessarie ad usare internet in modo consapevole e attivo.

14. Criteri per il governo della rete

I diritti di ogni persona sono riconosciuti in rete sia a livello nazionale che internazionale.

 

La Dichiarazione dei diritti in Internet è un primo passo verso la costruzione di una coscienza collettiva nei confronti di uno strumento in troppi casi utilizzato con superficialità o incoscienza. Sul sito si possono già leggere le prime proposte inviate dagli utenti, che verranno raccolte e integrate all’interno della Dichiarazione.

 

banner per blog

 



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Per offrirti una esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Maggiori informazioni | Chiudi